African Voices, il blog Africano di riferimento nel mondo.

8 Apr

African Voices nasce come pagina di Facebook 5 anni e mezzo fa con l’entusiasmo di chi voleva parlare dell’Africa per quello che è, nel bene e nel male, affrontando ogni tema della terra d’Africa, dalla politica alla religione, dalla sessualità alla guerra, dalla pace alla dittatura, dalla scuola all’ignoranza passando anche attraverso le bellezze dell’Africa, dalle persone africane e da coloro che in Africa donano la loro vita per aiutare o per informare.

African Voices, 5 anni fa, sottovoce, ha fatto una promessa che è poi sempre stata la propria mission; che si sarebbe sempre occupato delle minoranze africane, in Africa e nel mondo. Una promessa che mi sento di dire di avere mantenuto, alcune volte ricevendo anche minacce scritte… ma ci stà, fa parte del gioco che ho messo in conto.

In questi anni il mio impegno è stato totale, operando in African Voices 365 giorni all’anno senza saltare mai un giorno. Mi sono sempre buttato a capofitto in ogni situazione cercando di venirne a capo e a volte anche imparando dall’Africa e soprattutto dal pensiero africano. Ho conosciuto tanta gente, persone di ogni tipo. Prima di tutto i fans che sono coloro che ogni giorno supportano la pagina con i like o partecipando ai miei sentimenti verso un fatto o l’altro. Inoltre ho conosciuto diversi politici africani, cantanti, musicisti, poeti, scrittori, blogger, giornalisti, studenti, attivisti, missionari e suore, medici, membri di organizzazioni umanitarie, etc…

Il successo di African Voices non è solo dalla pagina di Facebook, ma anche dalla versione su Twitter, Thumblr e il blog che oggi è letto da centinaia di migliaia di lettori da ogni angolo del mondo.

Il successo del blog viene  dalla garanzia di leggere sempre notizie appropriate e garantite dalla professionalità di chi scrive per African Voices, giornalisti e blogger dall’Africa, giornalisti liberi di scrivere la verità qualunque essa sia senza divieti e influenze derivanti da partiti politici e dollari che chiudono bocche e occhi di chi la verità ha il dovere di riferirla.

I nomi che maggiormente occupano gli spazi di African Voices sono Winnie Kamau, presidente dell’associazione dei giornalisti freelance in Kenya, Fulvio Beltrami, giornalista freelance italo-ugandese di Kampala che si occupa di indagare e riportare verità spesso scomode dall’area orientale dell’Africa anche da paesi a rischio della propria vita. E Lamine Ndour, musicista italo-senegalese, scouting music per African Voices.

Le mie scelte, insieme alle loro, ci hanno messo in condizione di pubblicare molti articoli che giornalisti ‘normali‘ e comodamente seduti in poltrona lontani migliaia di kilometri dalle zone interessate non avrebbero mai potuto scrivere, ma copiare e prendere spunti certamente sì.

Spunti e scopiazzate che ovviamente non aiutano l’informazione internazionale, non aiutano l’Africa, l’integrazione, e non aiutano il lettore a capire dinamiche e realtà di un Continente così vicino all’Italia, ma reso lontano dalle loro bugie e ipocrisie

Ricordo con piacere l’impegno di African Voices e Fulvio Beltrami e poi i testimoni occulti di cui non potremo mai fare i nomi, ma che tutti insieme siamo riusciti a far fallire quella ignobile trasmissione televisiva chiamata ‘Mission’. Nessuno ha mai creduto che ce l’avremmo fatta e i media italiani non ci hanno aiutato ma quando c’è stata l’occasione non hanno fatto altro che copiare quello che noi pubblicavamo compreso il video ufficiale che testimoniava quanto fosse ignobile la trasmissione prima ancora che andasse in onda. Il video che avevo avuto in esclusiva da un testimone importante per le indagini e che dopo una settimana dall’uscita siamo stati legalmente ‘invitati’ ad oscurarlo

Dopo questa ‘avventura‘ giornalista ce ne sono state diverse altre e le modalità dei media internazionali sono sempre le stesse; copiare, copiare e poi ancora copiare. Da dilettante, sono molto deluso dell’informazione che ci circonda. Certo, non tutti, ma i nomi del giornalismo blasonato in Italia dovrebbero farsi un bell’esame di coscienza…

L’ultimo grande passo giornalistico fatto da Fulvio Beltrami attraverso African Voices è stato l’articolo in cui abbiamo denunciato di come l’intelligence Keniota fosse al corrente da almeno nove giorni di un possibile attacco in una Università del Paese e come il Collegio di Garissa fosse nel mirino del terrorismo islamico, pubblicando la lettera ufficiale che lo riferiva.

L’articolo in italiano e in inglese è stato letto da 30mila lettori, in ogni angolo del mondo isole comprese.

98 Paesi nel mondo leggono normalmente il blog di African Voices.

In quest’ultima occasione i Paesi sono stati 144:
Italia, Stati Uniti, Kenya, Regno Unito, Germania, Spagna, Francia, Sudafrica, Svezia, Canada, Ungheria, Unione Europea, Portogallo, Polonia, Belgio, Brasile, Paesi Bassi, Svizzera, Repubblica Ceca, Norvegia, Nigeria, Australia, Argentina, Colombia, Emirati Arabi Uniti, Grecia, Sudan, Sudan del Sud, Messico, Tanzania, RAS di Hong Kong, Burundi, Egitto, Senegal, Lettonia, Ruanda, Turchia, Zimbabwe, Tunisia, Uganda, Giappone, Finlandia, Marocco, Capo Verde, Nuova Zelanda, Costa d’Avorio, Madagascar, Irlanda, Danimarca, Croazia, Slovenia, Ghana, Bulgaria, Vietnam, Slovacchia, Romania, India, Qatar, Arabia Saudita, Mozambico, Haiti, Filippine, Austria, Venezuela, Botswana, Tailandia, Angola, Etiopia, Antigua e Barbuda, Congo – Kinshasa, Albania, Repubblica di Macedonia, Federazione Russa, Libano, Pakistan, El Salvador, Somalia, Georgia, Trinidad e Tobago, Giordania, Guinea, Yemen, Perù, Swaziland, Cipro, Gibilterra, Guyana, Malta, Israele, Saint Kitts e Nevis, Benin, Serbia, Bosnia-Erzegovina, Territori palestinesi, Sierra Leone, Repubblica Dominicana, Cuba, Honduras, Niger, Indonesia, Iraq, Andorra, Guiana, Francese, Réunion, Cile, Laos, Guatemala, Aruba,Ucraina, Oman, Albania, Taiwan, Camerun, Gibuti, Mauritania, Corea del Sud, Namibia, Isole Cayman, Singapore, Costa Rica, Taiwan, Camerun, Lussemburgo, Belize, Panamá, Giamaica, Slovenia, Malesia, Isole Vergini Americane, Kuwait, Mali, Saint Vincent e Grenadines, Sri Lanka, Mayotte, RAS di Macao, Slovacchia, Malawi, Burkina Faso, Oman, Mongolia, Taiwan, Corea del Sud,  Mauritius.

 

Marco Pugliese
African Voices blog, Facebook, Twitter

Annunci

Una Risposta to “African Voices, il blog Africano di riferimento nel mondo.”

  1. aldo 11 aprile 2015 a 14:03 #

    APPROFITTI DELLA PAGINA DEI COMMENTI……PER INFORMARVI CHE SAREBBE GIUSTO SPECIFICARE GIUSTAMENTE QUANDO SI TRATTA.DI GUINEA SE SI RIFERISCE A G.BISSAU O G.KONAKRI O ALTRO.
    DESIDEREREI AVERE PIU’ NOTIZIE SU G.BISSAU DOPO IL VERTICE DI BRUXELLES GRAZIE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: