Studentessa keniota confessa: “sono positiva all’HIV e ho infettato 324 uomini”

6 Mar

Una studentessa dell’Università Kabarak a Nakuru, in Kenya ha confessato di aver deliberatamente infettato 324 persone con HIV, secondo quanto scritto dal keniano Daily Post.

La ragazza, 19 anni, il cui nome è sconosciuto, dice di aver fissato il suo obiettivo ad almeno 2.000 uomini agendo per vendetta dopo essere stata infettata da un uomo ad una festa.

La ragazza avrebbe contattatoKenyaScandals’  su Facebook sostenendo di avere qualcosa da confessare.

Dopo essere stat assicurata che la sua identità sarebbe stata protetta (il keniano Daily Post, tuttavia, ha pubblicato una foto dal suo profilo di Facebook con l’articolo) ha scritto: “il 22 settembre, 2013 è un giorno che non dimenticherò mai, siamo andati in  discoteca in città e ubriacati con alcuni studenti più grandi e poi tornai all’ ostello per finire la festa.

Ha poi spiegato che quando si svegliò, la mattina seguente, si rese conto che un ragazzo di nome Javan aveva fatto sesso con lei mentre era ubriaca.

“Gli ho chiesto solo se aveva usato un preservativo e lui ha detto di sì, ma quando sono andata in bagno ho notato sperma… laggiù, volevo suicidarmi, temevo di rimanere incinta e l’HIV .”

Quando ha scoperto di essere sieropositiva, la ragazza ha parlato in faccia a Javan che a sua volta ha insistito nel dire di essere ‘pulito’.

“Ero così depressa che ho bevuto tanto alcool per arrivare a  morire, ho anche comprato il veleno, il dolore era semplicemente insopportabile come avrei fatto ad affrntare il mondo , guardare in faccia i miei genitori, ho rinunciato al mondo e volevo solo farla finita. Il mio futuro era stato rovinato, in qualche modo qualcuno doveva pagare”, ha detto la ragazza.

“Ho accettato il mio destino e ha promesso di rendere tutti gli uomini che incontro soffrire , so di essere attraente e uomini entrambi sposati e non sposati inseguire me destra sinistra e centro .

“Ho sepolto la brava ragazza che era in me e sono diventata la cattiva ragazza, il mio obiettivo era quello di infettare il maggior numero possibile di uomini”, ha spiegato .

La ragazza ha poi onfessato di aver già contagiato 324 uomini , 156 dei quali sono studenti dell’Università Kabarak dove studia, il resto sono uomini sposati, docenti, avvocati, celebrità e politici.

” Non passa giorno senza fare sesso, anche 4 persone al giorno “, ha continuato nella sua confessione .

Niente mi impedirà di compiere la mia missione continuando a dormire in giro, non si sa mai, forse ha dormito con me vostro marito, fidanzato, fratello, padre o chiuunque abbia dormito con me.”

“Il vostro giorno sta arrivando, voi uomini avete distrutto la mia vita e io vi pagherà con la stessa moneta“, ha concluso la ragazza.

L’autenticità di quanto detto non può essere confermata.

Dopo che il Daily Post ha riportato la notizia, qualcuno ha lasciato un commento anonimo sostenendo di conoscree la ragazza e di aver avuto rapporti con lei.

Articolo Oroginale di Ludovica Iaccino
Traduzione a cura di African Voices

Annunci

2 Risposte to “Studentessa keniota confessa: “sono positiva all’HIV e ho infettato 324 uomini””

  1. enzino vola 8 settembre 2014 a 08:50 #

    Sti cazzi. ..

  2. Maury 30 novembre 2014 a 06:07 #

    Bufala… come fa a sapere di avere infettato 324 uomini? Le probabilità di contagio per un uomo, con 1 solo rapporto sessuale è pari allo 0,001%… (1 su 1000) mi fa ridere quest’articolo… non è che l’hanno commissionato le multinazionali che fanno i preservativi ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: