Processi per genocidio, biometrico di impronte digitali e Terminator: Cinque storie d’Africa da conoscere

12 Feb

rwanda-genocide

Il capo della polizia ruandese coinvolto nel genocidio, assolto.
Il Gen Augustin Ndindiliyimana, ex capo della polizia paramilitare colpevole di genocidio accusato in tribunale dall’Onu per crimini di guerra, è stato assolto in appello.

E’ stato una delle figure più alte in grado ad essere condannato dal Tribunale penale internazionale per il Ruanda (ICTR).

Nel maggio 2011 il Tribunale ha condannato Ndindiliyimana a 11 anni di reclusione per i reati di genocidio, detenzione che aveva già scontato preventivamente dal suo arresto in Belgio nel 2000.

Nel 1994 il  genocidio etnico in Rwuanda stato perpetrato dall’ etnia Hutu contro i Tutsi, e ha causato la morte di oltre 800.000 persone in meno di tre mesi.

——————————————————–

parliament-kenya

Impronte digitali per i parlamentari del Kenya.
Il parlamento del Kenya ha lanciato un sistema biometrico di impronte digitali per registrare le presenze parlamentari .

Il parlamentare Justin Muturi ha negato che sia stato introdotto per reprimere le frodi” e ha precisato che è stato fatto per accelerare la registrazione e per la sicurezza, riferendo alla BBC.

“Voglio correggere l’impressione creata dai media che pensano che questa macchina sia stata installata per reprimere le frodi tra i membri“, ha detto Muturi ai parlamentari.

Le macchina farà risparmiare tempo perché i membri non saranno più tenuti ad attendere in coda per firmare manualmente“, ha concluso.

—————————————————

congo-rape-victims

Il leader della milizia congolese ha ordinato lo stupro.
Leader della milizia congolese Bosco Ntaganda , noto come ” Terminator “, ha portato i combattenti, compresi i bambini soldato, a commettere stupri e omicidi etnicamente motivati ​, così si è pronunciata la Corte penale internazionale, Lunedi.

“Ha giocato un ruolo chiave nella pianificazione di attacchi contro la popolazione civile, al fine di ottenere terreno “, ha detto il procuratore capo Fatou Bensouda ai giudici.

Ntaganda , che comandava la milizia Unità dei Patrioti Congolesi ( UPC ), ha ” omesso di prevenire o punire i crimini da truppe sotto il suo comando o di mettere in atto un controllo efficace “, ha detto Bensouda .

Gli avvocati di Ntaganda hanno detto che la milizia è nata per difendere le popolazioni civili locali in un momento in cui le autorità congolesi erano “assenti dalla regione contribuendo ” alla violenza .

“Riprendere le armi per difendere il popolo non è un crimine, è un diritto fondamentale “, ha detto l’avvocato di Ntaganda .

Le guerre in Congo ha ucciso circa cinque milioni di persone negli ultimi 15 anni, e molte zone orientali sono ancora afflitte dalla violenza .

________________________________

mozambique-field

Mozambico, liberi di mine terrestri.
Mozambico potrebbe essere libero da mine di terra antiuomo entro la fine del 2014, secondo il capo delle operazioni di sminamento dell’Istituto Nazionale (IND), Antonio Martins.

Martins ha detto che nel 2013, 592 aree sospette di contenere mine terrestri, per una superficie totale di 9,33 milioni di metri quadrati, sono stati sminate.

Che lascia ancora altri 500 aree sospette di contaminazione in 19 distretti. “Un totale di 5,6 milioni di metri quadrati devono essere sminate“, ha detto Martins.

Secondo la Convenzione di Ottawa sul bando delle mine terrestri antiuomo, il Mozambico dovrebbe aver completato lo sminamento entro il 2009.

__________________________________

south-sudan-kiir-left-macha

I ribelli del Sud Sudan minacciano di boicottare i prossimi colloqui di pace.
I ribelli sudanesi del sud hanno minacciato di boicottare la prossima tornata di colloqui di pace ad Addis Abeba, Etiopia, a meno che il governo liberi i prigionieri politici e manda a casa le truppe ugandesi.

Il primo round di colloqui è andato in stallo quanto il governo ha rifiutato di accogliere le richieste dei ribelli.

Oltre al rilascio di 11 prigionieri politici, accusati di un tentativo di colpo di Stato, i ribelli hanno esortato le truppe ugandesi a smettere di sostenere il governo.

Sette prigionieri politici sono stati liberati dal governo sud sudanese, soddisfando solo in parte la richiesta dei ribelli.

Il conflitto del Sud Sudan è iniziata nel dicembre 2013 dopo che il presidente Salva Kiir, che è di etnia Dinka, ha accusato il suo ex vice-presidente, Riek Machar, un Nuer, di un tentativo di colpo di stato. Oltre 1.000 persone sono state uccise e più di 500.000 sono state sfollate durante il conflitto.

Testo originale di Ludovica Iaccino
Traduzione di African Voices

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: