Intersos, quando il marketing prende il posto della ragione

14 Ago

Immagine

Intersos non si stanca di ribadire: su Mission non c’era in realtà nulla da dire.
Dopo 22 giorni di acceso dibattito sulla trasmissione Mission di RAI1 con prese di posizione ufficiali comprese quella del Presidente della Camera, accurate critiche provenienti dalla maggioranza delle Ong Italiane, due puntate registrate di cui una in Sud Sudan nel 2012 e l’altra in Congo nel luglio 2013, “scorciatoie” burocratiche in paesi africani per fare le riprese più velocemente e senza il controllo della autorità congolesi, le dimissioni di un loro personale dell’ufficio comunicazioni di Roma e l’intervento critico di un loro ex operatore, il 12 agosto scorso il Direttore Generale di Intersos ribadisce su un nuovo editoriale pubblicato sul sito web della Ong: “Tra le tante cose, in questi giorni siamo stati accusati di silenzio. Non c’era in realtà nulla da dire”.

Rimango sbalordito di questa scelta suicida di markenting adottata dalla Ong che continua a rifiutare il dialogo richiesto ad alta voce da vari mezzi di informazioni legati al mondo della Cooperazione e da Ong.
Chissà perchè nell’orecchio mi ronza un pensierino. Su Mission vi è molto da dire per chi ama l’informazione e molto da nascondere per chi ama il marketing facile.

Fulvio Beltrami
Kampala, Uganda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: