“The Mission” – Sostenibile bufala o inquietante verità?

29 Lug

RaiUno, in collaborazione con l’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati (UNHCR) e la Ong di Roma Intersos, sta organizzando un reality show umanitario, il primo prodotto in Italia, dove personaggi famosi lavoreranno, in situazioni estreme e disagiate, fianco a fianco agli operatori umanitari UNHCR e Intersos nei campi profughi in Congo e Sud Sudan. Gli obiettivi sono quelli di sensibilizzare il grande pubblico sul dramma dei rifugiati e di aumentare il fundrising della Ong Italiana per finanziare i suoi progetti di emergenza in varie parti del mondo.

La puntata pilota è stata girata durante l’estate 2012 nel campo profughi della città di Yambio, capoluogo dello Stato del Western Equatoria, Sud Sudan. La coppia VIP protagonista era composta da Michele Cucuzza  e Barbara De Rossi.

A diffondere la notizia in anteprima non è stato un blog qualunque della miriade di sedicenti siti di pseudo informazione ma Info-Cooperazione.it,  nato dall’esperienza e dal successo del blog www.bandiong.it, la prima inziativa tesa a favorire la sostenibilità del lavoro delle ONG nella cooperazione internazionale e nell’educazione allo sviluppo. Info Cooperazione è rapidamente diventato un punto di riferimento degli operatori del settore contando tra i suoi iscritti oltre 2000 professionisti della Cooperazione e 600 tra associazioni e ONG italiane ed internazionali.

La prima puntata, dovrebbe essere stata girata a metà luglio  nel campo sfollati di Duruma, Repubblica Democratica del Congo, località di frontiera con il Sud Sudan dove Intersos ha un progetto di assistenza umanitaria finanziato da UNHCR. Gli sfollati sono vittime delle atrocità del gruppo guerrigliero ugandese Lord Resistence Army. A questi sventurati si aggiungono altri 140.000 registrati all’est del paese in perenne fuga dai violenti scontri tra l’esercito regolare e la ribellione M23. Un terribile conflitto con complicità regionali ed internazionali che dal aprile 2012 sta devastando il tessuto sociale ed economico di oltre 8 milioni di cittadini congolesi. Una truppe televisiva dovrebbe assistere due VIP: Paola Barale ed Emmanuele Filiberto Di Savoia accompagnati dalla Responsabile per le Pubbliche Relazioni di Intersos: Paola Amicucci e da due rappresentanti di UNHCR Italia: Laura Iucci e Alonzo Vittorio. Una seconda puntata è prevista verso novembre in uno dei campi profughi del Sud Sudan di Intersos finanziati sempre da UNHCR. Il VIP scelto è niente meno che Al Bano. Abbiamo provato a contattare alcuni operatori umanitari di Intersos impegnati nei vari Paesi dove la Ong di Roma opera, ricevendo inquietanti “No Comment”. 

The Mission e il discutibile concetto di marketing umanitario promosso da UNHCR Italia e Intersos  meritano sicuramente un approfondimento giornalistico capace di far luce sulle reali intenzioni e sugli eventuali retroscena di questa operazione voluta da RaiUno, probabilmente destinata a scatenare l’indignazione di quella parte dell’opinione pubblica ancora legata a saldi valori morali che ritiene inammissibile lo spettacolarizzare della sofferenza umana.

di Carlo Cattaneo
Roma, ItaliaImmagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: