Intervista a Calvin Masitsa, il sogno e i progetti perchè l’Africa deve essere il posto migliore della Terra

22 Lug

Una delle ONG più attive del Kenya è sicuramente GOD VISION FOR AFRICA INTERNATIONAL in attività grazie ad un giovane ragazzo che si chiama Calvin Masitsa, nato e cresciuto nello slum di Kibera a Nairobi con il sogno di dare possibilità vere di crescita ai giovani che abitano in questa città di baracche intorno a Nairobi.

Io ho avuto la fortuna di conoscere Calvin e approfondire in una intervista il suo impegno che annovera diversi successi fino all’ultimo in termini di tempo che lo vede impegnato in un progetto incredibile detto Tap Station finanziato da una organizzazione Olandese, che prevede di fornire acqua a più di 300 siti in Kenya e di proseguire la costruzione di queste stazioni di acqua anche in altri paesi dell’Africa

L’intervista:

Marco Pugliese
Calvin, che cos’è Tap Station?

Calvin Masitsa
E ‘un nuovo progetto che stiamo facendo in Kenya

Marco Pugliese
Chi sono i finanziatori del progett, Europei?

Calvin Masitsa
Sì, è un’organizzazione olandese
La Tap Station purifica l’acqua da bere e la rende sicura per le comunità locali per essere utilizzate senza alcun timore di contrarre malattie.

Marco Pugliese
Grandi persone gli olandesi, e dove porterai l’acqua adesso,
a Kibera e altre baraccopoli?

Calvin Masitsa
Sì, il nostro piano è quello di portare questo progetto in ogni villaggio, baraccopoli, città in Kenya e in Africa.

Marco Pugliese
So che a Kibera il meracto dell’acqua è nelle mani della criminalità, non avete paura di ritorsioni?   

Calvin Masitsa
Niente affatto. Stiamo lavorando con funzionari governativi in ogni area dove andiamo.

Marco Pugliese
Calvin quanti anni hai e quando è partita la vostra missione?

Calvin Masitsa
Ho 26 anni. La missione è già iniziata. Abbiamo aperto una Tap Station due giorni fa a Kayole.

Marco Pugliese
Tu sei cresciuto nella baraccopoli? È per questo che ti senti vicino a questa popolazione e ai progetti per migliorare la situazione?

Calvin Masitsa
Sì. Sono cresciuto in questi luoghi ed è per questo che continuo a lottare per la popolazione locale per ottenere una buona vita e rendere l’Africa il posto migliore al mondo.

Marco Pugliese
Quanto tempo e quante Tap Station desiderate mettere in Kenya. E dove  in Africa?

Calvin Masitsa
In Kenya metteremo più di 300 sTap Station tra scuole e luoghi pubblici.
Dopo il Kenya andremo in Uganda, Tanzania, Malawi

Marco Pugliese
Come hai iniziato a Kibera e quale è stato il tuo primo progetto?

Calvin Masitsa
Non abbiamo ancora iniziato il progetto a Kibera, ma abbiamo intenzione di andarci presto. Ne abbiamo solo uno a Kayole che abbiamo aperto di recente. è il primo nel suo genere in Africa.

Marco Pugliese
Prima di questo progetto, quali sono stati i tuoi impegni?

Calvin Masitsa
Abbiamo fatto spedizioni mediche in varie baraccopoli. Abbiamo avviato progetti di educazione nelle scuole per i bambini sia primarie che secondarie che provengono da situazioni davvero povere e difficili.  Abbiamo programmi di agricoltura e di prodotti lattiero-caseari nelle zone rurali.

Marco Pugliese
Le ONG europee possono contare su aiuti economici dell’UE. In Africa ci sono enti simili?

Calvin Masitsa
sì, ma è molto difficile ottenere finanziamenti se non conosci qualcuno all’interno

Marco Pugliese
Calvin, so che molti volontari lavorano con te, da quale parte del mondo provengono maggiormente?

Calvin Masitsa
Dal Portogallo, Italia, Brasile e Spagna

Marco Pugliese
Tutti abbiamo un sogno. Qual è il tuo, alla fine di tutto. Quando avrai 50 anni, come vorresti vedere la tua vita e il tuo impegno guardando indietro?

Calvin Masitsa
Sarò felice di vedere l’Africa in un continente cambiato in cui tutti nel mondo potranno iniziare inseguendo il sogno africano al posto del sogno americano. L’Africa crescerà.

Marco Pugliese
Tornando al progetto di oggi, di cosa hai bisogno per continuare al meglio?

Calvin Masitsa
Abbiamo bisogno di sostegno per la raccolta di altri fondi, supporto tecnico e volontari.

Marco Pugliese
Per supporto tecnico intendi persone specializzate. E volontari che cosa trovano venendo a lavorare qui, sono pagati?

Calvin Masitsa
Nessuno è pagato perché la nostra organizzazione è piccola e non ha la capacità finanziaria per pagare le persone.
Un letto e cibo sono garantiti.

Marco Pugliese
Calvin, tu sei molto religioso, lo si può capire anche solo dal nome della tua ONG, credi che senza la fede potresti fare grandi cose o la fede ti aiuta molto?  

Calvin Masitsa
La fede mi aiuta molto e credo proprio che sia Dio a darmi la forza.

Marco Pugliese
Siamo alla fine Calvin e ti ringrazio molto del tempo che mi hai dedicato.
Vuoi aggiungere qualcosa?

Calvin Masitsa
Voglio dire grazie a tutti i volontari, i donatori che hanno continuato a sostenere la nostra organizzazione e credo che gli altri potranno vedere questo grande lavoro che stiamo facendo per la gente dell’Africa.
E benvenuti a bordo

 

Intervista di Marco Pugliese
Admin di African Voices

Puoi trovare Calvin Masitsa attraverso il suo profilo facebook e alla sua pagina GOD VISION FOR AFRICA INTERNATIONALImmagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: