Archivio | novembre, 2012

LVIA ONG, COMUNICATO STAMPA: Incontri su “Le sfide della Solidarietà internazionale alla luce del nuovo scenario mondiale”

30 Nov

40° FOCSIV. Con i Soci piemontesi incontro su Le sfide della Solidarietà internazionale alla luce del nuovo scenario mondiale

Venerdì 7 dicembre 2012, c/o ENGIM – Opera Artigianelli, C.so Palestro 14 – Torino

Venerdì 7 dicembre 2012 dalle 9 alle 13 si terrà a Torino l’incontro “Le sfide della solidarietà internazionale alla luce del nuovo scenario mondiale” promosso dal gruppo dei soci FOCSIV in Piemonte (Engim, Lvia, Cisv, Msp) in collaborazione con la Conferenza Episcopale Piemontese e la sua Commissione Missionaria Regionale (Piemonte e Valle d’Aosta). L’iniziativa rientra nelle attività per il 40° anniversario di nascita della FOCSIV, la più grande Federazione di Organismi di Volontariato Internazionale di ispirazione cristiana presente in Italia di cui oggi fanno parte 65 Organizzazioni.

L’incontro, che chiude la serie di eventi locali organizzati per il 40° della Federazione, sarà una ulteriore occasione per riflettere sull’attuale stato della solidarietà e della cooperazione internazionale in Italia attraverso il dialogo con la Chiesa locale e con le sue molteplici espressioni da sempre impegnate sul terreno della missionarietà e della promozione umana dei popoli, avendo ancora una volta come documento di riferimento l’enciclica Caritas in Veritate che ha fatto da filo conduttore a tutti gli eventi del 40°.

In particolare in questo seminario di studio, che prende le mosse dalla riflessione sui profondi cambiamenti che sta attraversando la società mondiale, si tornerà sul tema della cooperazione globale e condivisa e si approfondirà la questione dello sviluppo integrale dell’uomo.

Come sottolinea il Presidente FOCSIV Gianfranco Cattai “oggi stiamo vivendo un passaggio epocale di cambiamento che ha bisogno di orientamenti responsabili, di nuovi sforzi di comprensione umanitaria e di una nuova sintesi umanistica capace di coniugare la fede con l’impegno professionale e di vita. Si avverte l’urgenza di ricostruire, in un ottica transnazionale e di partenariato, la solidarietà tra cittadini, nei territori e tra i territori, sia al Sud che al Nord, facendo sempre diventare i nostri progetti laboratori di fraternità e di nuova cittadinanza per uno sviluppo umano integrale di comunità e territori fondato sulla sussidiarietà”

La prima parte del seminario affronterà il ruolo dei migranti oggi attori di co-sviluppo con l’intervento di Piera Gioda (Presidente Cisv); del ruolo del web all’interno della cooperazione con Silvia Pochettino (Direttrice della rivista Volontari per lo sviluppo); e si chiuderà con una riflessione di Sandro Bobba (Presidente LVIA) sul Forum della cooperazione di Milano dell’1 e 2 ottobre scorso. La seconda parte dell’incontro porrà invece l’attenzione sul ruolo che la fede e l’impegno professionale rivestono nello sviluppo integrale dell’uomo, con i contributi di Luca Jahier (Presidente del Gruppo 3 del Cese) e di Martin Nkafu Nkemnkia (Direttore del Dipartimento di Scienze Umane e sociali c/o la Pontificia Università Lateranense).

L’evento, che avrà luogo a Torino presso la sede del socio Engim, Opera Artigianelli in C.so Palestro 14, sarà moderato da Paolo Daghero, Direttore di Engim internazionale. Tra gli altri interverranno Monsignor Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino e Presidente della Conferenza Episcopale Piemontese; don Gianni Cesena, Direttore dell’ufficio nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese e Direttore della Fondazione Missio; Gianfranco Cattai, Presidente FOCSIV; e Piergiorgio Gilli, Presidente MSP.

CONTATTI:

Ufficio Stampa FOCSIV
ufficiostampa@focsiv.it
tel. 06.6877796; cell. 338.3032216
Ufficio Stampa ENGIM
ong.piemonte@engim.it
tel. 011.2301297

Annunci

Costa d’Avorio: Licenziamenti abusivi e di massa: Continua l’epurazione etnica e politica di Ouattara

5 Nov

Una dittatura non puo’ contare sul consenso del popolo, solo reprimerlo: torture, massacri di civili , oppositori in prigione e costretti al silenzio  e … LICENZIAMENTI ABUSIVI E DI MASSA!

 

COMUNICATO STAMPA DELLA FIDHOP (Federazione Ivoriana per la Difesa dei Diritti Umani e della Vita Politica in Costa d’Avorio)

 

La FIDHOP condanna vigorosamente i licenziamenti abusivi e di massa ad opera del Governo Ouattara, in un Paese in cui la popolazione, vittima di una crisi economica senza precedenti, è ormai allo stremo.

 

Questi licenziamenti, pur venendo presentati come un mezzo necessario per il risanamento dell’economia attraverso il taglio della massa salariale, lasciano a dir poco perplessi: sia per i criteri di scelta delle persone vittime dei licenziamenti ma, soprattutto, osservando le nuove assunzioni in sostituzione delle persone licenziate.

 

La FIDHOP, visto l’inquietante numero di licenziamenti effettuati prevalentemente da strutture pubbliche, avvenuti nella totale mancanza di rispetto del codice dei dritti dei lavoratori e senza alcuna misura di accompagnamento sociale:

 

RICORDA al Governo Ouattara il suo ruolo di garante per il rispetto degli impegni stabiliti dell’Accordo Internazionale Dei Diritti Economici Sociali e Culturali;

 

CHIEDE di porre fine ai licenziamenti sistematici e collettivi e l’applicazione delle norme previste per la salvaguardia dei diritti socio-culturali, in particolare del diritto al lavoro (come previsto dall’art. 23 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani), come già fatto tra l’altro, da numerose società privati esistenti.

 

Nessun pretesto potrà essere invocato dal governo Ouattara per potersi permettere di sottrarsi al suo dovere di proteggere i cittadini dalla disoccupazione e di salvaguardarne il loro diritto al lavoro.

Pubblicata da Gahié Kuidé Bosow