Kenya. Mare blu e… tensione alle stelle

25 Giu

Che sta accadendo in Kenya?

Voci non ufficiali, testimoni locali che non vogliono essere citati* per motivi di sicurezza, parlano di una situazione allarmante, di tensione alla stelle, voci che non possono essere ufficializzate e bocche che vengono taciute da chi vede il Kenya come mezzo di arricchimento delle proprie tasche, speculatori e da quel mercato, la grande macchina del turismo capace di calpestare ogni cosa, dalla dignità del keniano che ci vive ed è nato il quel paese al turista che ingannato si reca in un paese apparentemente tranquillo, ma che può scoppiare come un vulcano da un momento all’altro.

Le ultime notizie che arrivano parlano di morti ammazzati e sparatorie violente nell’area di Mambrui, pochissimi kilometri a nord di Malindi. Una sparatoria violenta si sarebbe consumata davanti al Cola Beach non più tardi dell’altra sera. Due giorni fa un uomo è stato ucciso e circa una settimana fa un altro è stato trovato morto, legato mani e piedi, dentro un pozzo vicino al villaggio turistico Angels Bay.
E queste non sono che le ultime news a sentire la fonte. si dice che ogni giorno ci sono morti ammazzati da segnalare, ma le forze dell’ordine fanno finta di niente e la situazione precipita.

Alcuni dicono che la situazione a Malindi sarebbe diventata invivibile, polizia ovunque, sopratutto sulle strade principali a oziare all’ombra, lontani dal fermare auto o personaggi sospetti con il rischio ancora di trovarsi davanti a situazioni ingestibili, meglio quindi oziare e di tanto in tanto fermare qualche europeo (Mzungu) giusto per spillare qualche soldo…

Se a tutto questo aggiungiamo gli attentati ripetuti a Nairobi, certo, una città molto lontana dalla rinomata costa turistica, ma poi l’attentato a Mombasa e l’articolo di ieri apparso su BBC online dove il governo americano mette in allerta i suoi concittadini che vivono a Mombasa e allerta la sua Ambasciata in previsione di possibili (non certi) attentati nella città costiera, direi che oggi non c’è nulla che ci faccia pensare ad una situazione rilassante nell’amato Kenya.

La speranza è che tutto si risolva in fretta e nei migliori dei modi anche perchè la nuova stagione delle vacanze al mare e dei safari in Kenya è alla porte e l’augurio è che gli amici keniani possano avere il proprio Paese in pace e progressivo.

 

Scritto da Marco Pugliese
AFRICAN VOICES

*La fonte non citata mi avverte che i “mzungu” e i bb (beach boys) che vivono da quelle parti potrebbero deridermi, insultarmi o quant’altro per aver scritto questo articolo con fatti che nessuno oserà mai ufficializzare.
In risposta dico alla Gentile Fonte che… purtroppo sono abituato alla maleducazione più che all’educazione.
Ricordo anche che circa 2 anni fa alcuni facinorosi che vivono in Kenya se la preserò a male perchè misi un articolo dell’autorevole agenzia Fides che riportava casi di colera con migliaia di ammalati e centinaia di morti sulla costa sud del Kenya e nell’area del Rift Valley senza che per altro l’articolo citasse nomi precisi di paesi. Ricordo che qualcuno di loro riuscì addirittura a scrivere che “certe cose (il colera e i morti) qui, sono roba normale.

AFRICAN VOICES è la pagina di chi e per chi in Africa non ha voce, non di chi ce l’ha e la usa male! Grazie

Annunci

3 Risposte to “Kenya. Mare blu e… tensione alle stelle”

  1. mazera nyamawi 25 giugno 2012 a 16:29 #

    Ma vivi in kenya o scrivi gli articoli perche senti i voci o hai contato con qualche beach boy!scrivi certi balle e per questo che scriverai sempre i voci e laverità non lo saprai mai!ti consiglio di andare sul posto a malindi a parlare con le famiglie nei village anche se non parlano l’italiano cerca quelli che parlano i’inglese nei villaggi ma non sulla spiaggia asentire le cazzate che sparanno i beach boys,li avette rovinati voi turisti per questo sparanno la merda dal mattina ala sera,la vera africa sta negli entroterra ma non sulla spiaggia.E come andare a malindi casino a intavistare un masai che sta bevendo la tusker mentre gioca la slot machine e bingo perche ha il vestito masai con un scudo finto fatta di pelle di capra e lancia finto di bastone di albero di coco e lo chiedi come si amazza il leone,e si ha mai amazzato una! certo ti farà due tre mossi con un salto qualche canto con birra in un secondo sudda e tu ci caschi!e tutto finto,i very masai morani sono in introtera e non sono per turisti,e nessuno sa l’africa meglio come i africani!!!!certo ogni mondo e paese ci sono buoni e i cativi e non mischiare le loro storie di oddio di tribu’ streggoneria,makuba e la guera conto le culture e tribu’ agricoltori e pastore in cerca per la erba per le loro bestie e la cultura africana kenyota che ti fa credere che magari il terrenno e vosto di familia anche senza i documenti validi e in regola dal governo,io sono qua a roma sono appenna tornato dal malindi kenya e sento ogni giorno i miei familiari anche con skype.e a dicembre sarò li per natale e capodanno!! mi scussi per la mia lingua non scrivo bene l’italiano.

    • Passion Zanzibar 25 giugno 2012 a 16:43 #

      Ciao, non scrivi bene l’italiano, ma hai chiarito il tuo personale pensiero. Grazie
      safari njema at Rome.

  2. malaikadany 26 giugno 2012 a 11:48 #

    Purtroppo condivido invece, io in Kenya ci ho vissuto fino a qualche mese fa con mio marito, che è del Kenya..queste “violenze” o episodi ci sono già da tempo..forse ci sono sempre state ma a noi “mzungu” non piaceva vederle, forse perchè non eravamo integrati o forse perchè ci rovinavano il nostro paradiso… Io sono venuta via dal Kenya anche per questi motivi, non mi sentivo sicura. Un conto è starci da turisti, e in una settimana o poco più in un villaggio si percepisce poco, ma viverci, e starci fuori dalla stagione turistica (dove ci sono soldi che girano e più benessere) è un’altra cosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: