Mauritania: Un altra violenta repressione durante una marcia pacifica anti schiavitù

18 Giu

Sabato pomeriggio, le forze di sicurezza della Mauritania a Nouakchott, sono intervenute violentemente su un corteo non-violento che manifestava contro la schiavitù nel paese.

Il governo del generale Aziz ha dispiegato la Polizia di Stato in tenuta antisommossa contro la folla pacifica di IRA [Movimento Abolizionista] organizzato da militanti e simpatizzanti che si erano radunati nella capitale per chiedere la liberazione immediata di 7 abolizionisti illegalmente detenuti da parte del governo dal 29 aprile 2012.

Per dissuadere i militanti di manifestare contro la pratica della schiavitù nel paese, le forze di sicurezza utilizzano regolarmente eccessiva violenza in occasione di questi eventi abolizionisti, utilizzando quantità sproporzionate di gas lacrimogeni e picchiando i partecipanti con i bastoni.

Durante la marcia della scorsa settimana, un commerciante in un negozio vicino è morto per asfissia da gas lacrimogeni. Ieri, Biram Leila, moglie del leader abolizionista Biram Dah è stata nuovamente presa di mira dalle forze di sicurezza. E’ gravemente ferita.

Almeno altri 5 abolizionisti sono stati arrestati dalla Polizia di Stato.

fonte: Movement for Justice and Equality in Mauritania

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: